Quantcast

Il Blog planner in 5 passaggi per far partire il tuo blog

Il Blog planner in 5 passaggi per far partire il tuo blog
Apr 24 Scritto da 
Pubblicato in Blog e consigli seo
Vota questo articolo
(0 Voti)

Abstract

Nessuno nega i vantaggi di avere un blog di successo.

Se fatto bene:

  • È una grande fonte di traffico organico gratuito che crescerà sempre più nel tempo
  • È il modo perfetto per attirare i tuoi potenziali clienti con contenuti pertinenti
  • Ti consente di istruire i tuoi potenziali clienti fornendo loro le informazioni di cui hanno bisogno per compiere il loro prossimo passo nel Customer Value Journey
  • Può aiutare a posizionarti come un'autorità nella tua nicchia, offrendoti maggiore credibilità sul mercato.
  • Il problema di solito si presenta quando devi creare un contenuto per il blog ma non hai tempo per farlo. Se sei un piccolo imprenditore o un commerciante iper-occupato, implementare il tuo blog può essere un'iniziativa molto faticosa. O almeno continuerà a sembrare faticosa finché non segui il piano Jumpstart del blog in 5 passaggi. Un programma che garantisce che il tuo blog stia effettivamente svolgendo una funzione. Invece di pubblicare post che non fanno veramente nulla, questo processo ti aiuterà a creare e distribuire contenuti in un modo che attragga potenziali interessati e li trasformi in lead. Domandati subito con serietà: il piano Jumpstart del blog in 5 passaggi fa davvero per te?

    Prima di immergermi nel dettagliarti ciò che è veramente il piano jumpstart e come farlo, devi assicurarti che questo programma si applichi alla tua attività. L'obiettivo del piano Jumpstart del blog in 5 fasi è quello di iniziare a creare (o far crescere) il tuo blog in un modo che sia altamente efficace ed efficiente nel tempo, non per aiutarti nella creazione di post giornalieri. 

    Il Piano Jumpstart del Blog NON si applica a te se...

    1. Sei un editore

    Il tuo modello di business sta vendendo annunci per monetizzare il traffico proveniente dal tuo sito? Un esempio di questo è PopSugar, una società le cui entrate derivano principalmente dall'inserimento di annunci sul loro contenuto: 

    5-step-blog-planner-img1.jpg

    Ricorda bene: il solo pubblicare post non fa di te un editore. Sei un editore se il tuo modello di business sta vendendo annunci legati ai tuoi contenuti. In questo caso il piano Jumpstart del blog in 5 passaggi non fa per te. Perché se sei un editore, allora il volume di contenuti che crei è importante. Moltissimo. Le entrate di un editore sono direttamente legate alla quantità di nuovi contenuti che distribuisce. Siti web come HuffPost pubblicheranno ovunque dai sei ai dodici articoli al giorno.

    torna su

    2. Non vuoi comprare traffico

    Alcune aziende preferiscono non spendere soldi per il traffico e affidarsi solo al traffico organico "libero". Utilizzo le virgolette perché il traffico organico non è mai veramente libero e gratuito. Occorre molto tempo per classificare la prima pagina dei risultati di Google, tempo che potresti utilizzare per lavorare su altri aspetti della tua attività. Se questo è il caso, il piano Jumpstart del blog in 5 passaggi non fa per te. Perché? Per due buone ragioni. Prima di tutto, parte di questo piano di blog jumpstart comporta l'acquisto di traffico. Se non acquisti traffico, non funzionerà. 

    In secondo luogo, quando fai affidamento esclusivamente sul traffico organico per portare persone sul tuo sito, il volume diventa di nuovo molto importante. Perché il modo migliore per portare un po' di traffico organico è creare un sacco di post sul blog. E con il piano Jumpstart del blog in 5 passaggi non è necessario creare molti post su base giornaliera o settimanale. Piuttosto il contrario. Il blog Jumpstart Plan in 5 passaggi è un metodo che puoi utilizzare per creare o far crescere un blog di successo senza dover scrivere più post del blog ogni giorno o settimana. Ma non funzionerà per gli editori o le persone che sono interessate solo al traffico organico perché, per la loro stessa definizione, queste due cose richiedono una quantità elevata di volume ossia in altre parole la pubblicazione di molti e molti post sul blog. 

    Fatto?

    Ora, senza ulteriori indugi, ecco il tuo piano in cinque fasi per avviare il tuo blog. 

    Tieni presente che questo piano funzionerà sia che tu stia lanciando un blog nuovo di zecca sia che stia solo cercando di dare al tuo blog esistente un notevole miglioramento delle prestazioni.

    torna su

    Blog Planner Fase 1: crea un singolo grande articolo

    Dimentica di postare tre volte alla settimana o qualcosa del genere. La prima cosa che voglio che tu faccia è semplicemente creare UN post. Uno. Ma questo post sul blog deve essere buono. No, fantastico. Voglio che trascorri la stessa quantità di tempo che normalmente impiegheresti per scrivere 3-5 post sul blog e utilizzare quel tempo per assicurarti che questo sia un articolo fantastico, approfondito, ben studiato e chiaramente scritto. E ci sono quattro tipi specifici di post del blog che consiglio:

    torna su

    Post di blog tipo n. 1: un grande vecchio Honkin List Post (BOHLP)

    Si prega di notare che non sto suggerendo di scrivere un elenco di post. Ti sto suggerendo di scrivere un BOHLP. Questo non è uno di quei rapidi post del tipo Top 10 Motivi Tutti Dovrebbero. Invece questo dovrebbe essere un post lungo e ben studiato con un sacco di esempi, immagini, casi di studio e così via. Un buon esempio di BOHLP sarebbe la nostra lista definitiva di idee sui post dei blog che non contiene cinque...

    Non sette...

    Non 10...

    Ma 332 idee diverse per scrivere un post sul blog! 

    5-step-blog-planner-img2.jpg

    Dopo la prima interazione con quel post sul blog abbiamo impiegato tre giorni a creare modifiche al testo e nel corso degli anni abbiamo continuato a perfezionarlo e migliorarlo. In questo momento, è di circa 3.421 parole. 

    È visionato da molte migliaia di visitatori organici e anche noi acquistiamo traffico in questo post perché sappiamo che attrae una buona fetta di pubblico. Invece di prenderci il tempo di creare quell'unico post, avremmo potuto scrivere 5-10 post più piccoli e meno approfonditi. Ma sai cosa? Probabilmente quegli articoli sarebbero stati di gran lunga meno efficaci di quel gran bel post, e quasi certamente non avrebbero portato nuovo traffico al sito.

    torna su

    Blog Post Type # 2: il tuo how-post di qualità superiore

    I post di istruzioni hanno sempre funzionato. Lavorano oggi, hanno lavorato ieri e lavoreranno domani. Dopo tutto, le persone vogliono sapere come fare cose! Questa è una delle motivazioni principali del perché andiamo online. Tieni presente, tuttavia, che Internet è diventato saturo di post di istruzioni nel corso degli anni. Inserisci in Google qualsiasi cosa che inizi con la frase come - come montare una tenda, come piegare un giornale, come rimboccarsi le maniche - e troverai una serie di articoli già pubblicati sull'argomento. Significa che non riesci a trovare il successo con un how-to post? No! Ovviamente no. Ciò che significa, tuttavia, è che il TUO how-to post deve essere diverso. Deve essere speciale. Superiore. Deve distinguersi per la sua ricerca approfondita, la sua scrittura chiara e la sua quantità di immagini e video, come facciamo in questo post:

     5-step-blog-planner-img3.jpg

    In breve: il tuo how-to post deve essere migliore di ogni altro post in competizione sull'argomento. Se riesci a farlo, allora il tuo fantastico how-to sarà un ottimo modo per posizionarti come un'autorità nel tuo settore.

    torna su

    Tipo di post del blog n. 3: un post di Crowdsourced 7 × 3

    Tra i quattro tipi di post del blog che sto raccomandando, questo è probabilmente il meno utilizzato.

    Ma non fare errori: i messaggi di crowdsourcing come questo possono essere alcuni degli articoli più performanti online! Stai generando contenuti di grande rilevanza intervistando esperti ben noti nel tuo settore. Ecco come funziona. Innanzitutto, crea un elenco di sette esperti nel tuo settore. Più "esperti" sono, meglio è. Quindi pensa a tre buone domande da porre a ciascuno di essi. Assicurati che le domande siano almeno leggermente controverse, così ognuno avrà una risposta diversa a tutte e tre le domande. Ora raggiungi la tua lista di persone e poni loro le tue domande. Una volta ottenute le risposte di tutti, avrai tutto il contenuto di cui hai bisogno per scrivere un post di un grande blog che è estremamente autorevole. Renditi conto che non c'è nulla di magico nella parte "7 × 3" della formula. Se vuoi, puoi porre sette domande a tre diversi esperti e ottenere la stessa cosa. Oppure fai quattro domande a cinque esperti. E così via. La cosa importante da ricordare è che stai generando contenuti di grande rilevanza intervistando esperti ben noti nel tuo settore. Se vuoi vedere un esempio di questo tipo di post, dai un'occhiata a questo post. 

     5-step-blog-planner-img4.jpg

    Ora una barriera potenziale qui è che a volte gli esperti possono essere difficili da contattare. Ma non preoccuparti: ecco cinque suggerimenti per aiutarti nei tuoi sforzi di sensibilizzazione.

    torna su
    5 suggerimenti per ottenere esperti sul tuo blog

    Suggerimento n. 1: non spaventare i nuovi esperti chiedendo loro di scrivere un post sul blog per te. Invece, accarezza il loro ego chiedendo di intervistarli. Scrivere un post sul blog suona come un lavoro. Essere intervistati sembra qualcosa che accade a persone famose e importanti.

    Suggerimento n. 2: una volta che hai un esperto per rispondere alle tue domande, utilizza il nome quando ti avvicini ad altri esperti. Avvicinarsi all'esperto numero 2 sarà molto più facile quando puoi dire: "Ho già ricevuto il feedback dell'esperto numero 1 a queste domande". Quindi, l'avvicinamento all'esperto numero 3 sarà ancora più facile quando puoi dire di aver già ricevuto feedback dagli esperti n. 1 e n.2. Ricorda che gli esperti vogliono essere associati ad altri esperti. Usalo quando puoi.

    Suggerimento n. 3: l'audio è tuo amico. 

    Se uno o più dei tuoi esperti non hanno il tempo di scrivere le risposte alle tue domande, dai loro l'opzione di una breve intervista. Quasi tutti possono accettare una rapida telefonata: è veloce, facile e non intimidatorio. E fintanto che fai delle buone domande lascia che sia l'esperto a parlare e registra la chiamata, dovresti ottenere tutto il contenuto di cui hai bisogno. Ricorda: la gente soffre del blocco dello scrittore. Nessuno accusa il blocco dello speaker.

    Suggerimento n. 4: evitare di usare citazioni vecchie. Piuttosto acquisisci nuovi e unici contenuti. Quando dico alle persone di questo tipo di post sul blog, a volte mi domandano perché è necessario intervistare le persone. Non è possibile trovare le cose che i miei esperti hanno detto in passato e usare quelle vecchie citazioni nel mio post? 

    E la risposta, tecnicamente parlando, è sì, potresti. Ma il problema in questo caso è che probabilmente stai rilasciando vecchie citazioni e consigli che i tuoi lettori hanno già visto centinaia di volte. Tu vuoi che i tuoi contenuti siano NUOVI. Eccitanti. Unici. Qualcosa che non hanno mai letto prima. È così che i visitatori si fermano e leggono effettivamente i tuoi contenuti.

    Suggerimento n. 5: non offrirti mai di pagare le persone per il loro feedback. Invece, stai offrendo qualcosa di ancora più prezioso: esposizione, traffico e credibilità.

    I veri esperti non si preoccupano di essere pagati per pochi minuti del loro tempo. Si preoccupano piuttosto di dare visibilità al loro nome e costruirsi più credibilità e autorità. Usa questo consiglio! Invece di offrire agli esperti denaro, proponi di creare un collegamento fra il loro sito web e il tuo post in modo che le loro risposte saranno viste insieme a quelle degli altri professionisti del settore. Metti in pratica questi suggerimenti e resterai sorpreso dagli esperti che acconsentiranno a pubblicare le loro risposte sul tuo blog.

    torna su

    Tipo di post del blog n. 4: il post più performante che è già stato pubblicato.

    Ora che abbiamo analizzato tre tipi di post di blog che tendono a funzionare bene, ecco un'altra opzione per chiunque abbia già alcuni post pubblicati online: basta studiare bene la tua analisi, trovare il tuo post migliore e utilizzarlo per il piano Jumpstart del blog in 5 passaggi. Se hai un articolo che ha avuto un ottimo rendimento sia nel traffico social che e-mail, è il miglior segnale che hai trovato un buon gancio in quel post del blog. Se hai un post come questo, non c'è bisogno di scrivere ulteriori articoli. Usa semplicemente gli ottimi contenuti già disponibili per i passaggi rimanenti del Piano Jumpstart del Blog.

    torna su

    Blog Planner Fase 2: Trasforma questo articolo in una risorsa scaricabile

    Ora che hai un articolo di alta qualità, il tuo prossimo passo è quello di trasformare l'articolo in quello che chiamiamo lead magnet. Un lead magnet è fondamentalmente una risorsa gratuita che dai alle persone in cambio dell'adesione alla tua mailing list. Se non sei sicuro di come farlo, ti consiglio di controllare uno strumento chiamato Designrr. Semplifica moltissimo il processo di creazione di download delle risorse online. Quindi dovrai creare ciò che chiamiamo una pagina di compressione. Si tratta di una pagina di destinazione breve e semplice che offre ai visitatori la possibilità di iscriversi alla mailing list in cambio dell'accesso gratuito al proprio lead magnet. Se non hai un buon modo di creare una squeeze page sul tuo sito web, procurati uno strumento come InstaPage e usa uno dei loro modelli di generazione di lead. Ecco un esempio della nostra pagina di lead chiamata "Libreria di modelli di annunci di Facebook": 

     5-step-blog-planner-img5.jpg

    Infine, dovrai integrare la pagina di destinazione con il tuo fornitore di servizi di posta elettronica. E configurarla in modo che chiunque si iscriva alla newsletter attraverso questa pagina di squeeze riceverà automaticamente la risorsa desiderata nella propria email.

    Una volta fatto, sei pronto per...

    torna su

    Blog Planner Fase 3: acquista connessioni al tuo articolo

    Ecco dove le cose diventano eccitanti perché stiamo per iniziare a inviare traffico al tuo sito web! Esistono molti modi per conquistare maggiori visitatori con il tuo articolo. Ma per semplicità ed efficacia, consiglio vivamente di iniziare con un post potenziato su Facebook. Non devi spendere una fortuna qui. Puoi iniziare con solo 10 o 20 euro e vedere come reagiscono le persone prima di inviare più traffico.

    torna su

    Blog Planner Step 4: Retarget con la tua Squeeze Page

    Dopo aver effettuato i passaggi prima indicati, si esegue il reindirizzamento verso i social network e altri siti di chiunque legga l'articolo e pubblichi a sua volta un lead.

    Fondamentalmente questo significa che una volta che qualcuno atterra sul post del blog che hai potenziato, vuoi che Facebook tenga traccia di quella persona... quindi, puoi mostrare loro un annuncio che li porti alla tua squeeze page. L'idea qui è che stai mostrando per la prima volta alle persone un post di blog di altissima qualità che dovrebbe coinvolgerli e iniziare a posizionarti come un'autorità nella tua nicchia. Poi li si reindirizza con un lead magnet sullo stesso argomento (perché sai già che sono interessati a questo). Il risultato dovrebbe essere un annuncio di retargeting con CTR elevato e una pagina di destinazione con un alto tasso di conversione. In altre parole? Molti nuovi abbonati che si aggiungono alla tua mailing list! E in poche parole, ecco perché il Blog Jumpstart Plan è così potente: perché non costruisce solo un blog fine a se stesso. E' piuttosto un modo per creare nuovi contenuti che attraggano potenziali utenti interessati e li trasformino in lead! Quindi, per chiarire, ecco come andrà il flusso di traffico nel Jumpstart Plan: 

     RetargetingCycle.gif

    Una persona è su Facebook. Fa clic sul tuo post potenziato e va al tuo articolo. Successivamente, fa clic sul tuo annuncio di retargeting e va alla pagina di destinazione. Quindi, si unisce alla tua mailing list e diventa protagonista! Una volta che un nuovo lead è nella tua mailing list, sarai in grado di seguirlo regolarmente. Puoi inviare il lead a tutti i tuoi nuovi lettori del blog contribuendo a far crescere ulteriormente il blog stesso e, cosa ancora più importante, coltivarli finché non fanno un acquisto e diventano nuovi clienti. 

    torna su

    Blog Planner Fase 5: ripetere con un altro articolo

    Congratulazioni! Hai appena creato un post sul blog che fa molto di più che generare nuovi visitatori: genera infatti lead. Ora, qual è il prossimo passo? Fallo ancora! Crea un altro articolo o scegli il tuo post del blog con il rendimento migliore che esiste già e ripeti il ​​processo. Fallo ogni volta che crei un nuovo post sul blog e inizierai a vedere sempre più lead entrare nel tuo business. Tieni presente che non devi farlo ogni singolo giorno o anche ogni singola settimana. Se non riesci a gestire più di uno o due nuovi post al mese, va sicuramente bene per iniziare. In effetti, pubblicare uno o due fantastici nuovi articoli utilizzando questo piano Jumpstart è molto meglio che creare cinque o dieci post di blog scritti in fretta che non fanno mai veramente nulla. Ora hai un processo efficace in cinque passaggi che puoi utilizzare per avviare un nuovo blog o svilupparne uno esistente... il tutto mentre generi lead e vendite per la tua attività. Allo stesso tempo, spero che il processo ti liberi dall'idea sbagliata che devi produrre contenuti ogni giorno. Se non sei un editore, non lo fai. Semplice è buono, ragazzi. Semplice rende facile agire. Ora vai là fuori e agisci sul tuo blog!

    torna su
    Etichettato sotto :
    990

    Vuoi avere informazioni? Lasciaci il tuo contatto.

    Veniamo noi da te!

    Riempi tutti i campi
    Grazie, ti richiameremo appena possibile
    * Le tue informazioni personali sono protette. Leggi la nostra Privacy Policy per maggiori informazioni