Quantcast

La SEO nel 2019, le nuove sfide

La SEO nel 2019, le nuove sfide
Jan 28 Scritto da 
Pubblicato in Blog e consigli seo
Vota questo articolo
(0 Voti)

Abstract

Il 2019 può essere un anno molto importante per tutti coloro che dedicano buona parte del loro tempo lavorativo alla cura della SEO dei loro contenuti specifici. Si profila una stagione ricca di sorprese per chi si occupa del marketing strategico e intende rendere un prodotto sempre più rintracciabile tramite i moderni strumenti di ricerca organica, nei quali Google fa sempre la parte del leone.

I consumatori stanno modificando il loro sistema per richiedere informazioni e non si accontentano più dei cosiddetti risultati solo testo. Le esigenze e le aspettative aumentano a vista d'occhio, di pari passo con un progresso tecnologico che si fa sempre più tangibile anche nel magico mondo di internet. Gli utenti vogliono risultati accattivanti dal punto di vista estetico, anche in seguito alla diffusione sempre più cospicua della AI, ossia dell'Intelligenza Artificiale. Cosa bisogna fare per raggiungere le migliori performance in materia di SEO ? Ecco alcuni metodi per un approccio sereno e consapevole, improntato ad un incremento della credibilità del proprio brand e ad un miglioramento dell'esperienza utente.

I motori di ricerca

La ricerca organica, prima di tutto. Per ciascun consumatore, non è più sufficiente trovare un prodotto o un servizio pienamente conforme ai loro bisogni immediati. La ricerca viene ormai utilizzata per apprendere ciò che bisogna fare per creare un'esperienza in grado di coinvolgere numerosi potenziali clienti. Chi si mette alla ricerca di un servizio, manifesta tutta l'intenzione di sapere come raggiungere una determinata azienda, quando essa è aperta o chiusa ed ognuna delle caratteristiche principali relative ad ogni servizio. Con la connettività sempre più costante, dovuta soprattutto ad un utilizzo cospicuo dei dispositivi mobili, gli operatori di marketing devono studiare per trovare le leve giuste con le quali coinvolgere un ampio bacino d'utenza.

In occasione di una ricerca portata avanti da Google su coloro che utilizzano in maniera frequente il suo motore di ricerca, sono emersi diversi particolari tutti da tenere in massima considerazione. Prima di un qualsiasi acquisto, vengono effettuate ricerche correlate a quel prodotto dall'elevata accuratezza, con un'analisi approfondita della concorrenza diretta. Tale operazione va avanti anche dopo l'acquisto avvenuto, con la scoperta di tutti gli accorgimenti da intraprendere per apprendere nuovi utilizzi del prodotto stesso. Anche il più piccolo dettaglio può fare la differenza. Per queste motivazioni, l'azienda deve darsi da fare per venire incontro ai consumatori.

torna su

La intelligenza artificiale

In seguito a varie analisi, si è scoperto che circa il 60% dei consulenti di marketing aziendale attuali ha in mente il progetto di introdurre innovative soluzioni basate sull'intelligenza artificiale. Tra coloro che invece utilizzano già quest'ultima, oltre il 30% ha dichiarato di aver compreso al meglio le richieste della clientela e il 27% ha riscontrato un notevole risparmio temporale, unito ad un incremento della produttività. Chi si mette alla ricerca di un determinato prodotto o servizio si aspetta che l'AI possa essere in grado di cercare in tempi rapidi le migliori soluzioni. Al giorno d'oggi, il risultato posizionato più in alto nella prima pagina di ricerca di Google è ancora il più cliccato in assoluto con il 28%, mentre la seconda e la terza posizione catturano rispettivamente il 13% e il 9% dei clic. Ad ogni modo, bisogna muoversi per rendere i vari contenuti facilmente rintracciabili.

torna su

Nuove aree SEO nel 2019

Ma ora è giunto il momento di entrare nei particolari. Quali sono i nuovi metodi per approcciarsi alla SEO nel 2019 ? Quali accorgimenti vanno messi in pratica per un miglioramento dell'esperienza utente e un incremento del tasso di conversione di ciascun contenuto? Ecco alcune possibili proposte da provare, con le principali aree di interesse dei marketer per ottenere in cambio risultati più che soddisfacenti sotto ogni punto di vista.

  1. La capacità di padroneggiare la comprensione del pubblico e dei buyer personas
    Bisogna darsi da fare per ideare, realizzare, ottimizzare e promuovere quei contenuti in grado di toccare le corde giuste dei potenziali clienti. Tutto ciò perché, come già detto, il percorso di ricerca di ciascun utente ha vissuto e sta continuando a vivere una fase di profonda evoluzione, con l'obiettivo di trovare la voce giusta con richieste specifiche.
  2. L'obiettivo di comprendere il cliente nei minimi dettagli
    Quali sono i gusti e le esigenze di ogni singolo cliente? Cosa si può fare per soddisfarli in maniera ideale? Come ci si può muovere per fare in modo che le loro ricerche conducano presso determinati contenuti? Bisogna migliorare e personalizzare l'esperienza utente, verificando nei minimi dettagli le sue caratteristiche e la durata di ogni sua visita.
  3. L'utilizzo sempre più proficuo dell'intelligenza artificiale
    Nel 2019, l'uso dell'intelligenza artificiale non è più un sogno irrealizzabile, ma un'autentica realtà tangibile. Con l'AI, gli schemi possono essere analizzati ed identificati in tempo reale, con la chance di rendersi conto in maniera rapida dei cambiamenti delle richieste dei consumatori. Inoltre, un buon software è in grado di formulare consigli intelligenti per un sostanziale incremento delle prestazioni.
  4. La capacità di andare oltre la fredda quantità di clic e visualizzazioni.
    Non è sufficiente avere davanti ai propri occhi statistiche e classifiche per cogliere al meglio il mondo del web. Le entrate economiche e le attribuzioni giocano un ruolo fondamentale per il successo di una determinata campagna di marketing. Bisogna continuare a misurare tutto, investendo il budget giusto per contenuti sempre più ottimizzati per la SEO.
  5. L'opportunità di sottolineare l'evoluzione della propria campagna SEO.
    Quando si riesce ad ottenere un successo in qualsiasi campo, quest'ultimo deve essere celebrato a dovere. Il CMO (acronimo di chief marketing officer) deve essere gratificato se il suo investimento porta risultati soddisfacenti. Tutto ciò senza mai perdere di vista tutte quelle operazioni mirate ad un'evoluzione della strategia SEO.

Come si può ben notare, il 2019 può essere davvero un anno fondamentale per ciascun operatore di marketing. Ciò che conta è riuscire a rendere il proprio sito internet sempre più responsivo, con la chance di garantire una migliore esperienza ad ogni tipo di utente.

torna su
363

Vuoi avere informazioni? Lasciaci il tuo contatto.

Veniamo noi da te!

Riempi tutti i campi
Grazie, ti richiameremo appena possibile
* Le tue informazioni personali sono protette. Leggi la nostra Privacy Policy per maggiori informazioni