Ricerca Vocale. Come cambia la SEO

Ricerca Vocale. Come cambia la SEO
Jan 17 Scritto da 
Pubblicato in Blog e consigli seo
Vota questo articolo
(0 Voti)

L'ultima frontiera delle ricerche online è certamente la ricerca vocale. Il 2017 regalerà a tutti gli utenti la possibilità di effettuare ricerche su internet utilizzando la voce invece di scrivere. Funzione già esistente, ma che nella sua ultima versione è stata decisamente implementata e migliorata, raggiungendo livelli di efficienza ed efficacia mai toccati prima.

Qui viene discusso come le ricerche vocali influenzeranno e modificheranno i business locali, sulla base di quanto sostenuto da esperti SEO di tutto il mondo.

C'è solo una cosa riguardo alla SEO che è e resterà sempre vera: è in continuo cambiamento. Uno dei più grandi cambiamenti che attualmente tutti noi stiamo sperimentando nell'ambito della local SEO è la crescente popolarità delle ricerche vocali. Fino a poco tempo fa le ricerche vocali erano considerate una novità, ma a livello quasi di semplice curiosità. Oggi sono invece la soluzione ad una chiara e netta necessità degli utenti, in particolare quando si sta utilizzando uno smartphone o un tablet e si è fuori casa o fuori dall'ufficio. Per chi si occupa di business a livello locale, questo nuovo modo di effettuare ricerche online rappresenta una nuova sfida contro cui misurarsi, che sicuramente avrà una fortissima influenza.

Le ricerche vocali sono in ascesa

Stando alle statistiche pubblicate da Google, il 20% delle ricerche effettuate sul sito (sia da pc che da dispositivi Android e altri dispositivi mobili), sono ricerche vocali. Il numero totale di ricerche vocali effettuate tuttavia è molto maggiore, se si considerano gli strumenti di ricerca che si basano su questa tecnologia: Echo di Amazon (Aka Alexa), Google Home (il diretto competitore di Echo), Siri e Cortana.

Perché le persone hanno cominciato ad utilizzare le ricerche vocali? Innanzitutto utilizzare la propria voce per cercare informazioni online porta ad una ricerca più accurata, nelle condizioni attuali. Fino a poco tempo fa gli strumenti che permettevano di effettuare ricerche vocali semplicemente non erano accurati. Per via delle difficoltà di utilizzo e della scarsa capacità del software di riconoscere e utilizzare le parole pronunciate, spesso le ricerche vocali risultavano essere frustranti e affatto utili. Al contrario, oggi le ricerche vocali hanno un'accuratezza del 92%, stando a quanto dichiarato nel report 2016 del KPCB Internet Trends, il che rappresenta un enorme miglioramento rispetto alle condizioni di partenza. Il riconoscimento vocale diventa sempre più accurato, le possibilità offerte dalle ricerche vocali si espandono e i consumatori finiranno inevitabilmente con l'utilizzare questo servizio in forma sempre maggiore. Le ricerche vocali sono quindi destinate ad aumentare in popolarità.

Un altro motivo per cui le ricerche vocali stanno diventando via via più popolari è legato al fatto che i principali strumenti che utilizzano questa tecnologia, come Alexa e Google Home, stanno portando velocemente questo sistema nella vita quotidiana delle persone. I consumatori hanno molte più tecnologie di riconoscimento vocale tra cui scegliere e se ne vedono molte altre all'orizzonte. L'utilizzo di questo sistema infatti si sta espandendo a macchia d'olio ed è via via sempre più apprezzato dai consumatori di tutto il mondo.

Per questi motivi, se hai aperto un business locale, devi assolutamente prendere in considerazione l'ipotesi di implementare il tuo sito inserendo la possibilità di effettuare ricerche vocali, a partire da subito.

Ottimizzare il tuo business per le ricerche vocali

Molte persone utilizzano le ricerche vocali per ottenere informazioni riguardo i negozi e le attività dove vogliono andare. I clienti potrebbero chiedersi dove sia la miglior pizzeria di Bologna, quindi se hai una pizzeria a Bologna è molto importante che il tuo sito sia ottimizzato per essere individuato facilmente dal motore di ricerca quando viene domandato quale sia la miglior pizzeria di Bologna. Inoltre, inserire linguaggio colloquiale all'interno del tuo sito aiuterà ulteriormente l'ottimizzazione delle ricerche vocali. Quando si ricerca un'informazione a voce infatti si utilizzano parole chiave diverse da quelle che si userebbero effettuando la ricerca per via scritta.

Infatti un altro modo per implementare e migliorare l'ottimizzazione del proprio sito per le ricerche vocali è proprio quello di inserire delle pagine Q&A, utilizzando parole e frasi che le persone effettivamente pronunciano (mentre quando si effettua una ricerca scrivendo le parole chiave in un box, il vocabolario e il registro è completamente differente). Rendere queste pagine più colloquiali nei toni e nelle parole e frasi chiave inserite al loro interno, rende il sito decisamente più interessante agli occhi dei motori di ricerca che utilizzano le ricerche vocali e di conseguenza, si aumenta il ranking delle pagine stesse.

Sull'onda dello stesso principio, è molto importante che il sito del tuo business sia costruito in modo chiaro e facilmente visibile per i motori di ricerca. Assicurarsi della corretta indicizzazione delle pagine e della chiarezza nella loro esposizione dei prodotti e servizi offerti, è il primo passo fondamentale per riuscire ad ottenere il massimo vantaggio possibile dalle ricerche vocali.

Se questo utilizzo di dati strutturati ti preoccupa, basta dare una rapida occhiata al Google’s Structured Data Markup Helper, dove potrai vedere quali tipologie di contenuti del tuo sito ti conviene rimarcare ed esaltare per aumentare la visibilità del tuo sito. La funzione inoltre permette di seguire l'intero processo, in modo da essere certi di non incappare in errori banali ma potenzialmente deleteri, come errori di HTML.

Ora, se una persona utilizza la tipica espressione di ricerca vocale locale "nella mia zona", sarà importante ottimizzare il sito anche per questa eventualità. In questi casi il dispositivo utilizzerà le informazioni geografiche, in modo da stabilire esattamente la posizione fisica del cliente e individuare quindi la zona cui la persona che ha effettuato la ricerca si sta riferendo. Per questa ragione, è molto importante che il tuo sito sia ottimizzato per tutti i dati geografici, in modo da non rischiare di restare con pochi clienti semplicemente perché questi hanno difficoltà a localizzare il negozio o perché il motore di ricerca non è in grado di attribuire il tuo negozio ad una zona in particolare.

Per questo è importante l'utilizzo di Google My Business o di Bing Places for Business. Quando questi elementi vengono utilizzati e quando viene effettuato il settaggio per l'ottimizzazione, è importante quindi essere molto specifici nell'inserire tutte le informazioni necessarie ad essere individuati facilmente, come il tipo di business che si possiede, la categoria di appartenenza e altri dati che possono risultare fondamentali quando si viene cercati mediante una ricerca vocale.

Anche le informazioni riguardo i contatti con i clienti sono fondamentali e devono essere continuamente aggiornate in caso di variazioni. Se il motore di ricerca individua online ad esempio due diversi indirizzi email, sarà meno efficiente nel suggerire la tua attività piuttosto che un'altra al cliente che sta effettuando la ricerca.

Piccoli cambiamenti: inizia oggi

Naturalmente l'introduzione delle ricerche vocali su vasta scala non significa automaticamente che devi rielaborare interamente la tua strategia SEO o che devi stravolgere il contenuto del tuo sito. Significa però che per poter sfruttare al massimo le possibilità offerte da questa nuova tecnica di ricerca, dovrai fare alcuni piccoli cambiamenti che garantiranno una maggiore ottimizzazione del sito stesso e che permetteranno di avere molto più successo con la tua attività, andando a sfruttare proprio le potenzialità offerte dagli strumenti di ricerca vocale.

Innanzitutto tieni in considerazione l'intento del cliente che effettua una ricerca vocale. Le ricerche vocali saranno basate sull'utilizzo di un linguaggio naturale, semplice e colloquiale. Questo significa che l'utilizzo delle parole chiave tendenzialmente risulta subordinato all'utilizzo di frasi chiave, che vengono pronunciate in modo naturale da chi effettua la ricerca vocale (non si fa una lista di potenziali parole chiave quando si effettua una ricerca vocale). Quindi il primo passo da compiere è fare un brainstorming per individuare tutte le frasi che potrebbero venire naturali nel caso in cui si stesse cercando proprio il tuo negozio o la tua attività commerciale.

Esistono alcuni strumenti che facilitano questo processo di individuazione delle frasi chiave. Ad esempio Answerthepublic.com, StoryBase o Question Samurai. Questi strumenti forniscono alcune frasi che fanno parte del naturale linguaggio parlato che viene effettivamente utilizzato nelle ricerche vocali e che possono essere facilmente incorporate all'interno dei contenuti del tuo sito.

Un ultimo pensiero

Poiché i software di riconoscimento vocale e di ricerca vocale nascono e sono ottimizzati per i dispositivi mobili, il tuo sito deve necessariamente essere mobile friendly, deve cioè essere ottimizzato per essere visualizzato e consultato attraverso un cellulare o un tablet. Se una persona effettua una ricerca vocale, trova il tuo sito ma lo considera un'esperienza negativa e non è soddisfatto di ciò che ha visto, si trasforma alla velocità della luce in un cliente perso. Considera inoltre che un sito non ottimizzato per essere visualizzato da smartphone finisce con il ricevere meno visite rispetto ai siti della concorrenza che risultano essere di facile consultazione. Questo porta ad una diminuzione del ranking di Google, quindi una scarsa ottimizzazione per i dispositivi mobili causa degli effettivi danni al business, seppure in forma indiretta. Se ancora non hai ottimizzato il tuo sito per i dispositivi mobili, fallo subito.

Dunque, cosa ne pensi delle ricerche vocali? In che modo ti preparerai a sfruttarle al massimo? Ciò che conta veramente è proprio essere pronti e disposti a modificare il proprio sito. Mobile friendly e colloquiale.

Etichettato sotto :
294
ProgettoWebFirenze

Da ormai oltre 10 anni combatto al fianco dei clienti la dura battaglia per l'indicizzazione dei loro siti web.

Dopo studi di economia e marketing, ho lavorato per qualche tempo presso una agenzia SEO di New York dove ho appreso i primi segreti, gioito per i primi successi e imparato dai primi fallimenti

Oggi, a distanza di qualche anno, ho fondato ProgettoWebFirenze, agenzia di produzione e indicizzazione di siti web a Firenze: tra sviluppatori, grafici, SEO e commerciali siamo ormai in molti e continuiamo a crescere.

Questo è il mio (nostro) blog dove raccogliamo notizie, consigli pareri e qualche sciocchezza sul argomenti come il web design, la SEO ed il web marketing in generale.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Vuoi avere informazioni? Lasciaci il tuo contatto.

Veniamo noi da te!

Riempi tutti i campi
Grazie, ti richiameremo appena possibile
* Le tue informazioni personali sono protette. Leggi la nostra Privacy Policy per maggiori informazioni

logo bianco

Agenzia web per la creazione di siti internet a Firenze.

Se hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi web, sui nostri piani di gestione di web marketing e su tutto quello che facciamo, contattaci quando vuoi e saremmo ben lieti di dare una risposta a tutte le tue domande.

Ma per cortesia, evita di copiare i nostri contenuti creativi: sono stati reati nel tempo con fatica e passione. Se hai una agenzia web tutta tua e stai cercando ispirazione contattaci e saremmo ben lieti di aiutarti. Ma non copiare. Il copyright è una cosa seria.