SEO al tempo dell'intelligenza artificiale

SEO al tempo dell'intelligenza artificiale
Feb 24 Scritto da 
Pubblicato in Blog e consigli seo
Vota questo articolo
(0 Voti)

L'Intelligenza Artificialeconosciuta anche come I.A.è stato uno degli argomenti più dibattuti negli ultimi tempi per quanto riguarda i motori di ricerca. Ed è stato, anche, uno degli argomenti più fraintesi. Molte delle credenze sull'argomento si basano sulle speculazioni a proposito di ipotetici brevetti e sul probabile comportamento dei motori di ricerca. E le speculazioni, si sa, portano alla paura, permettendo ai truffatori di proliferare. In realtà ci vorrà ancora molto tempo prima che gli esperti possano offrire servizi SEO per motori di ricerca a prova di I.A.

La cosa più importante da capire è che quando si parla di I.A. non si sta parlando di un sistema statico ma di uno in continua evoluzione, pensato di volta in volta per soddisfare le esigenze di utenti specifici in un tempo stabilito. E' un sistema che ordina e presenta i dati in base a più variabili che superano di gran lunga il sistema delle keywords. Infatti, l'I.A. prende in considerazioni molti elementi fra i quali:

  • contenuti
  • link
  • comportamento degli utenti
  • fiducia
  • citazioni
  • modelli

In futuro, l'I.A. analizzerà i dati partendo dall'esperienza dell'utente e, attraverso l'apprendimento automatico, svilupperà nuovi fattori di posizionamento in grado di produrre risultati più in linea con quelle che sono le esigenze della clientela. 

Il passato

Il sistema di ricerca tramite algoritmo che ha caratterizzato il nostro passato era abbastanza sofisticato. All'inizio per essere al top nei motori di ricerca bastava semplicemente inserire la parola chiave nel titolo, nei tags, etc. E' andato tutto bene finché anche i concorrenti hanno iniziato a fare la stessa cosa e, a quel punto, è diventata una dura lotta quotidiana. Allora gli esperti di SEO hanno iniziato ad escogitare tattiche ridicole che si sono trasformate, nel tempo, in un semplice inserire senza alcun senso le parole chiave all'interno di una pagina.

Chi non ricorda i tempi in cui si nascondevano le keywords all'interno del testo e per renderle invisibili si usava un font dello stesso colore del fondo della pagina? Per fortuna, i motori di ricercaGoogle per primohanno impiegato poco tempo per prendere le contromisure e si è passati, così, ad un algoritmo basato sul numero di link. Ma anche questo sistema ha presto subito un'aberrazionevisto che molti siti procedevano con la tecnica dello spam di link. Ne sono seguiti alcuni anni di lotta fra i SEO e i motori di ricerca il cui prodotto è stato Penguin 1.0 di Google che ha fatto terra bruciata, mandando in fumo anche aziende che avevano sempre rispettato le regole. 

Il presente

Oggi, per costruire un'efficace campagna di posizionamento nei motori di ricerca, è necessario costruire le proprie strategie su tre punti chiave: le tecniche SEO, lo sviluppo dei contenuti e il link building

Le tecniche SEO si sono molto evolute e sono passate da semplice inserimento di parole chiave ad un sistema molto complesso che serve ai motori di ricerca per valutare la pertinenza del sito. I motori di ricerca vogliono comprendere il contenuto della pagina e valutare una serie di fattori legati all'esperienza vissuta dall'utente come la velocità di caricamento della pagina oppure la possibilità di visualizzare il sito anche dallo smartphone.

La costruzione del link building, invece, non si basa più sulle quantità ma piuttosto sulla qualità del link ottenuto. Fare un'azione di spam può portare profitto nel breve periodo ma, non appena Google se ne accorgerà, provvederà a spedire direttamente il sito in questione nelle ultime posizioni. Un brutto autogol. 

Per quanto riguarda, infine, l'importanza dei contenuti, troppe parole sono già state spese per non aver compreso fino in fondo l'essenzialità di ciò. Google vuole contenuti di qualità e premia con ranking alto quei siti che si impegnano a fornire informazioni importanti ai propri utenti.

Il futuro

L'I.A. rivoluzionerà completamente il mondo SEO. Sta per iniziare, infatti, un'era in cui un'entità dinamica valuterà non solo i parametri presi fino ad ora in considerazione ma anche una serie di elementi come l'esperienza vissuta dall'utente, i big data, l'apprendimento automatico, etc. Verrà creato, quindi, un sistema che permetterà di restituire i risultati della ricerca in modo molto più utile per gli utenti perché più rispondente alle loro necessità.

Allacciate le cinture, quindi, perché la giostra sta per partire!

Le keywords sono morte

I tempi in cui le keywords venivano inserite a caso in un testo e questa tecnica premiava in termini di ranking il sito sono alle nostre spalle già da un po'. Il futuro si chiama RankBrain, un sistema di intelligence di Google che si basa sull'apprendimento automatico artificiale e aiuta a elaborare i suoi risultati di ricerca. Google dice che RankBrain è rapidamente diventato il terzo fattore più importante nel loro algoritmo generale per la classificazione delle pagine web (proprio dietro link e contenuti). Questo perché, a differenza delle versioni precedenti del loro algoritmo, Google ci dice che RankBrain è rapidamente diventato il terzo fattore più importante nella loro algoritmo generale per la classifica pagine web (proprio dietro link e contenuti). Questo perché a differenza delle versioni precedenti di loro algoritmo, RankBrain è molto efficace nell'analizzare una query e restituire i contenuti più rilevanti, anche quando non contengono la parola chiave utilizzata nella ricerca. Questo si trasforma nell'importanza di realizzare contenuti sempre di maggiore qualità. 

Censura e diritti civili

Forse uno dei pochi problemi che, al momento, l'I.A. pone è quello della promozione di contenuti politicamente scorretti oppure inappropriati. Infatti, al momento Google riesce a bannare quei siti, ad esempio, che propagandano idee politiche scorrette o razziste, con l'I.A. invece al momento non è possibile.

Gli esperti di settore stanno, allora, passando al vaglio una serie di soluzioni. Ad esempio, un sistema premiante per i robot basato sulla premialità dei contenuti in linea con la netiquette di Google. I primi risultati in tal senso hanno dato grandi soddisfazioni. Si attende per capire se effettivamente questo sistema di censura riuscirà a bloccare i contenuti inappropriati. 

COme la SEO dovrà cambiare

L'I.A. è candidata a realizzare nel mondo dei motori di ricerca una vera e propria rivoluzione, che cambierà il nostro modo di utilizzare il web. I più esperti del settore prevedono un primo momento particolarmente confuso in cui l'utilizzo di I.A. creerà dubbi e perplessità ma sul lungo periodo è destinata ad avere un impatto positivo non solo sugli utenti ma anche sui motori di ricerca e sul digital marketing. 

Il successo di una ricerca organica alimentata da un sistema di intelligenza artificiale sarà per l'utente un'esperienza sicuramente positiva perché aiuterà ad individuare effettivamente dei contenuti che siano in linea con le proprie esigenze informative.

Etichettato sotto :
718
ProgettoWebFirenze

Da ormai oltre 10 anni combatto al fianco dei clienti la dura battaglia per l'indicizzazione dei loro siti web.

Dopo studi di economia e marketing, ho lavorato per qualche tempo presso una agenzia SEO di New York dove ho appreso i primi segreti, gioito per i primi successi e imparato dai primi fallimenti

Oggi, a distanza di qualche anno, ho fondato ProgettoWebFirenze, agenzia di produzione e indicizzazione di siti web a Firenze: tra sviluppatori, grafici, SEO e commerciali siamo ormai in molti e continuiamo a crescere.

Questo è il mio (nostro) blog dove raccogliamo notizie, consigli pareri e qualche sciocchezza sul argomenti come il web design, la SEO ed il web marketing in generale.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Vuoi avere informazioni? Lasciaci il tuo contatto.

Veniamo noi da te!

Riempi tutti i campi
Grazie, ti richiameremo appena possibile
* Le tue informazioni personali sono protette. Leggi la nostra Privacy Policy per maggiori informazioni

logo bianco

Agenzia web per la creazione di siti internet a Firenze.

Se hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi web, sui nostri piani di gestione di web marketing e su tutto quello che facciamo, contattaci quando vuoi e saremmo ben lieti di dare una risposta a tutte le tue domande.

Ma per cortesia, evita di copiare i nostri contenuti creativi: sono stati reati nel tempo con fatica e passione. Se hai una agenzia web tutta tua e stai cercando ispirazione contattaci e saremmo ben lieti di aiutarti. Ma non copiare. Il copyright è una cosa seria.