5 modi sicuri per ottenere backlinks per il vostro e-commerce

5 modi sicuri per ottenere backlinks per il vostro e-commerce
Oct 17 Scritto da 
Pubblicato in Blog e consigli seo
Vota questo articolo
(0 Voti)

Se vogliamo essere onesti, ottenere dei backlinks per un sito di e-commerce, ossia dei collegamenti ipertestuali che portano alla pagina web, non è mai stata un'impresa semplice.
Se pensiamo al passato vediamo che un tempo era molto più facile ottenere backlinks: si poteva sfruttare la ben collaudata directory dei backlinks oppure si potevano usare dei software di "competitor monitoring", cioè programmi in grado di monitorare in tempo reale i prodotti e i prezzi dei siti concorrenti.
Altre possibilità erano i link pagati, la condivisione tramite social network oppure i famosi "link wheel".
Anche se questi metodi erano evidentemente estremi, rappresentavano delle tecniche molto utili per ricevere numerosi backlinks.
Ultimamente, però, Google ha vietato molti di questi accorgimenti, rendendo molto complicata questa operazione: la realtà adesso è cambiata, bisogna stare al passo con i tempi e comprendere che ottenere dei backlinks oggi è un lavoro faticoso.

Il problema è che l'e-commerce è un business assolutamente spietato: ti ritroverai di fronte un "branco di mostri" del commercio online.
Loro hanno squadre di specialisti esperti nel SEO e nel content marketing; hanno dei ricavi immensi sul pay-per-click; hanno interi reparti per gestire i social network.
E' difficile scontrarsi con dei colossi di questo tipo, la concorrenza non è equa.
Non devi disperarti però, perché puoi ancora farcela! Ti serve solamente utilizzare i giusti "content framework", ossia dei form da compilare che aiutano a capire la strategia da seguire.
Ma prima di tutto bisogna capire cos'è realmente l'e-commerce del content marketing.

Cos'è esattamente il content marketing per l'e-commerce?

Spesso si sente parlare dell'importanza del content marketing, cioè la creazione e la condivisione di vari tipi di contenuti e la loro successiva vendita: è in pratica un vero e proprio mercato virtuale in cui si possono acquistare contenuti di ogni tipo oppure richiedere dei media ben definiti, realizzati appositamente per il cliente.
Nell'e-commerce del content marketing convergono moltissime discipline, come il blogging, il SEO, i social media oppure anche le ricerche pagate.
Si tratta di un processo che prevede più tappe, che se ben identificate, possono portare ad ottimi risultati.
Inizialmente dovete identificare il vostro tipo di cliente e trovare i giusti contenuti.
Successivamente bisogna individuare e coinvolgere gli "influencers", ossia personaggi con molto seguito in grado di darti una pubblicità molto influente.
In seguito devi procurarti dei sicuri e provati content framework.
Inoltre devi ottimizzare i tuoi contenuti, rendendoli appetibili ed affascinanti nella sostanza e nell'apparenza.
Dopo aver creato un buon contenuto devi pubblicarlo e successivamente promuoverlo nel miglior modo che puoi.
Infine puoi riutilizzare, riciclare il tuo contenuto oppure pianificare altri contenuti per i tuoi post futuri.
I passi da seguire sono molti ma tutti importanti.
Ecco 5 consigli.

1. Le guide migliori

Non c'è assolutamente niente meglio di una guida ben scritta e ricercata, che dimostri la tua competenza nel settore di cui ti stai occupando.
C'è sempre più bisogno, infatti, che qualcuno diventi la voce dell'industria online e questo qualcuno potresti essere decisamente tu!
Per cominciare questo percorso devi essere pronto a investire molto tempo, tanti sforzi e spesso anche denaro. Devi essere pronto in ogni momento e in ogni luogo per poter creare un testo scritto di 5 mila oppure 20 mila parole.
Ovviamente tutto dipende dal tipo di mercato che vorrai avere, devi infatti pensare molto attentamente all'oggetto del tuo contenuto.
Per poter capire cosa puoi offrire e anche la quantità che riuscirai a proporre, devi cercare di trovare il giusto equilibrio fra le tue capacità, il bisogno dei clienti e l'obiettivo che vuoi raggiungere.
Se riesci a creare la perfetta "buyer persona", cioè la tipologia standard di potenziale cliente che vuoi avere, capirai perfettamente le loro esigenze.
I clienti potrebbero infatti avere molti dubbi oppure potrebbero esitare: grazie alla tua brillante guida loro saranno definitivamente informati e potranno scegliere liberamente, ispirati dalle tue parole.
Dopo aver scelto il giusto argomento, devi iniziare a svolgere delle ricerche e studiare qualsiasi materiale che riesci a trovare: alla fine dovrai mettere tutto insieme e comporre un testo unico e coinvolgente.
Non pensare di essere l'unica voce sul web che tratti quell'argomento: tu sarai come un collezionista, che riesce a mettere insieme i migliori pezzi trovabili online, creando però nell'insieme un'opera unica.
Una grande mano potranno dartela gli influencers. Sono persone che contribuiranno a promuovere e condividere la tua guida: puoi chiedere loro un consiglio oppure puoi aggiungere nella tua guida delle referenze dei loro già esistenti contenuti.
Inoltre quando sarai pronto a lanciare sul web la tua nuova guida, puoi coinvolgerli mostrando loro un riassunto o l'intera guida prima della divulgazione oppure informandoli della data di pubblicazione.
Tutto ciò per fargli capire che sono importanti per il tuo sito e che apprezzi molto i loro aiuti e consigli.
Non vergognarti di chiedergli di condividere i tuoi contenuti con il loro pubblico e di avviare anche i commenti.
Dovete promuovere la vostra guida e renderla interessante agli occhi di chi conta, innanzitutto gli influencers. Budget permettendo, dovete essere in grado di automatizzare tutte queste mosse il più possibile: il vostro tempo sarà prezioso e dovete concentrarvi sul rendere questa fase veloce ed efficiente.
Un'ultima nota su questo argomento: il futuro dei content sono i contenuti video, già molto in crescita sui social media.
Non lasciare la tua guida senza degli ottimi contenuti visivi: con un piccolo investimento per rendere le vostre foto oppure i vostri video di qualità, otterrete un prodotto eccellente.
In poco tempo la tua guida guadagnerà sempre più link naturali, ossia quelli più utili, quelli diretti, che collegano due pagine web diverse.

2. Raduno di esperti

Gli "expert roundups" sono un ottimo metodo per espandersi, per instaurare rapporti, ottenere condivisioni e attirare i backlinks.
Questa non sarà la tecnica intorno alla quale girerà la tua strategia, ma sarà una modo efficace per introdurti al mondo degli esperti e di altri influencers.
I raduni di esperti sono anche facili da creare, molto più di quanto potresti pensare.
La ragione per cui devi usare questa tecnica con moderazione è che non devi apparire come un approfittatore e abusare della buona volontà e dei seguaci dei tuoi influencers.
Il trucco sta nell'individuare degli argomenti di nicchia oppure dei problemi e scegliere di conseguenza 2 o 3 domande da porre agli esperti. Evita domande che comportino risposte secche come "Si" oppure "No" e domande seguite da risposte troppo lunghe e complesse.
La giusta domanda da proporre è quella che permetterà loro di mettere insieme una risposta concisa e utile.
Una volta ottenute tutte le risposte puoi trascriverle sotto forma di una lista, modificarle e poi personalizzarle: vedrai che ti si apriranno nuovi orizzonti e nuove idee, che aumenteranno la tua ispirazione per nuovi contenuti.
A mano a mano che esegui questa tecnica, puoi aggiungere altri membri alla conversazione: questi avranno piacere ad essere invitati e il numero di partecipanti crescerà sempre più, creando un vero e proprio raduno di esperti.
Anche questo processo deve essere automatico e veloce, sopratutto agli esordi della tua attività: si tratta infatti inizialmente di un gioco di numeri.
Ora parleremo di un approccio classico, che mette insieme le guide e gli expert roundups.

3. Confronti e test

I contenuti che trattano le comparazioni fra due prodotti, due marche, due personaggi oppure due storie, consentono sia di descrivere gli oggetti in questione, utilizzando lo stile delle guide, sia di esprimere la tua opinione, facendo uso dei consigli degli esperti personalizzati precedentemente.
Come un mercante nel settore di e-commerce, avrai spesso la possibilità di comparare due prodotti diversi e di coinvolgere nella diatriba virtuale i rispettivi fan.
I tuoi potenziali clienti sono pigri o comunque molto occupati: apprezzeranno molto il tempo che hai dedicato a mettere nella stessa pagina tutte quelle informazioni dettagliate e complicate.
Questo tipo di contenuto è più facile da realizzare di quanto sembra: basta comparare dati tecnici, che, nonostante risultano difficili da interpretare, una volta paragonati, diventeranno semplici da scegliere per poter decretare il migliore.
Lo stesso lavoro si può eseguire anche per più di 2 prodotti.
Questa tecnica vi regalerà molti backlinks, inoltre vi renderà un advisor da seguire ed ascoltare alla vista dei tuoi visualizzatori: la fiducia è un tassello fondamentale in questo processo.
Anche in questo caso potete coinvolgere gli esperti e gli influencers ai vostri dibattiti, per ricreare dei raduni interessanti e molto seguiti.

4. Contenuti in forma di liste

Ultimamente le liste stanno diventando molto popolari e ricercate.
Essendo tu un mercante, sono sicuro che avrai moltissime cose oppure oggetti da mettere in una lista, rendendola creativa, utile e di conseguenza condivisibile.
Non sarà sicuramente il tuo cavallo di battaglia, ma l'utilizzo delle liste ha molti benefici.
Innanzitutto sono semplicissime da creare.
Il titolo della lista è cruciale: non c'è bisogno che sia virale, ma che sia concreto e che risponda totalmente all'oggetto in questione.
Anche il layout è importante: puoi rendere la tua lista minimal concentrandoti sulle parole, aggiungere foto per chiarire il concetto oppure creare una lista video che intrattenga maggiormente i visualizzatori.
A questo punto tocca alla condivisione. Puoi inviare una semplice email ai tuoi influencers, chiedendogli di dare un'occhiata alla tua nuova lista, integrale oppure in sintesi.
Se la tua lista contiene argomenti a loro collegati, puoi chiedergli di inserire alcune loro citazioni o pensieri.
Successivamente invia loro un email dopo aver pubblicato la tua lista, anche a chi non ti ha risposto: molti sono impegnati, ma tu devi renderti presente sempre e comunque, devi stare nei loro radar, perché hai qualcosa da offrirgli.

5. Guest Blogging

Creare dei contenuti di alta qualità per le pubblicazioni online e "affittarle" a siti più famosi per ottenere dei backlinks, può essere una mossa giusta, ma va utilizzata in modo intelligente.
Non si deve trattare di un affitto semplice in cambio di backlinks, ma di una mutua relazione che può portare ad entrambi benefici.
Ovviamente per poter offrire qualcosa devi avere dei contenuti di qualità: ottenere favori in cambio sarà più semplice sei hai dei prodotti efficaci.
Se ai tuoi influencers ad esempio piacciono i tuoi contenuti, puoi chiedere loro di ospitarli.
Se avrete fatto un buon lavoro, con un'attraente presentazione e uno stile innovativo, essi saranno entusiasti di poter pubblicare i tuoi contenuti nei loro siti.
A questo punto la tua espansione aumenterà di giorno in giorno.
Il tuo tempo si dovrebbe dividere in questo modo: 20% per creare i tuoi contenuti e 80% per promuoverli.
Ma se riesci ad instaurare una buona collaborazione con i tuoi influencers tutto avverrà in modo più semplice e veloce.
Non ti dovrai concentrare molto su te stesso, ma dovrai pensare che i tuoi contenuti saranno destinati ai seguaci dei tuoi influencers: dovrai pensare ai loro bisogni.
Osserva i contenuti passati degli influencers e cerca di capire quali erano i più apprezzati e ricercati; guarda anche lo stile e la loro struttura visuale.
Non risparmiarti: contenuti dettagliati e ampi avranno più possibilità di essere scelti rispetto a quelli semplici e veloci da leggere.
Non vedere il Guest Blogging solo come un mezzo per ricollegare tutto a te stesso, sii generoso e crea più contenuti possibili di qualità che riportino e supportino le tue idee oppure i tuoi prodotti.
Questa è una grande opportunità.

Etichettato sotto :
537
ProgettoWebFirenze

Da ormai oltre 10 anni combatto al fianco dei clienti la dura battaglia per l'indicizzazione dei loro siti web.

Dopo studi di economia e marketing, ho lavorato per qualche tempo presso una agenzia SEO di New York dove ho appreso i primi segreti, gioito per i primi successi e imparato dai primi fallimenti

Oggi, a distanza di qualche anno, ho fondato ProgettoWebFirenze, agenzia di produzione e indicizzazione di siti web a Firenze: tra sviluppatori, grafici, SEO e commerciali siamo ormai in molti e continuiamo a crescere.

Questo è il mio (nostro) blog dove raccogliamo notizie, consigli pareri e qualche sciocchezza sul argomenti come il web design, la SEO ed il web marketing in generale.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Vuoi avere informazioni? Lasciaci il tuo contatto.

Veniamo noi da te!

Riempi tutti i campi
Grazie, ti richiameremo appena possibile
* Le tue informazioni personali sono protette. Leggi la nostra Privacy Policy per maggiori informazioni

logo bianco

Agenzia web per la creazione di siti internet a Firenze.

Se hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi web, sui nostri piani di gestione di web marketing e su tutto quello che facciamo, contattaci quando vuoi e saremmo ben lieti di dare una risposta a tutte le tue domande.

Ma per cortesia, evita di copiare i nostri contenuti creativi: sono stati reati nel tempo con fatica e passione. Se hai una agenzia web tutta tua e stai cercando ispirazione contattaci e saremmo ben lieti di aiutarti. Ma non copiare. Il copyright è una cosa seria.