Blog e consigli seo (102)

Scopri come posizionare un sito web! Tutti i trucchi e d i segreti usati dai SEO per indicizzare un sito e portalo in prima pagina sui motori di ricerca!

Dalle modifiche necessarie al codice HTML, alla migliore strategia social, trova utili consigli per ottenere il massimo dal tuo sito internet

Nov 26
Scritto da
Pubblicato in Blog e consigli seo

Come essere primi su Google

Essere alle prime armi con il SEO, potrebbe apparire difficoltoso se si è un piccolo imprenditore che vuole farsi conoscere online e raggiungere un numero crescente di clienti.

SEO è l'acronimo delle parole inglesi "Search Engine Optimization", che si potrebbero tradurre con "ottimizzazione nel posizionamento dei siti sui motori di ricerca". Il SEO è comunque un concetto molto più esteso che riguarda, tra gli altri aspetti, la qualità dei contenuti e il web marketing.

Con il SEO è possibile rendere il proprio sito qualitativamente di alto livello, utilizzando le parole chiave che rendono i contenuti presenti interessanti e d'effetto per chi li consulta.

Nov 09
Scritto da
Pubblicato in Blog e consigli seo

Cos'è il SEO: una spiegazione facile

Come per quanto riguarda la forma fisica, il posizionamento di un sito all'interno dei motori di ricerca richiede tempo. Il giornalista Kaspar Szymanski ha spiegato le analogie con l'attività fisica al fine di sensibilizzare i clienti e i neofiti.

Coloro che lavorano nel settore del SEO e gli istruttori di fitness, possono entrambi trovarsi di fronte a un grande imbarazzo qualora i clienti chiedano delle garanzie sui risultati, poiché è impossibile dare delle certezze assolute. Ciò è spiacevole, ma è la verità.

Nessun settore è libero dai ciarlatani, i quali illudono i propri clienti con promesse irrealizzabili e causano dei danni a se stessi, ai loro utenti e all'intero settore in cui operano.

Il SEO, ovvero l'ottimizzazione del posizionamento dei siti nei motori di ricerca, e lo sport amatoriale, in apparenza non sembrano avere molte cose in comune. Valutando la situazione più attentamente, però, in entrambi i settori vi sono delle forti similitudini, prendendo in considerazione una corretta gestione del lavoro.

Oct 17
Scritto da
Pubblicato in Blog e consigli seo

5 modi sicuri per ottenere backlinks per il vostro e-commerce

Se vogliamo essere onesti, ottenere dei backlinks per un sito di e-commerce, ossia dei collegamenti ipertestuali che portano alla pagina web, non è mai stata un'impresa semplice.
Se pensiamo al passato vediamo che un tempo era molto più facile ottenere backlinks: si poteva sfruttare la ben collaudata directory dei backlinks oppure si potevano usare dei software di "competitor monitoring", cioè programmi in grado di monitorare in tempo reale i prodotti e i prezzi dei siti concorrenti.
Altre possibilità erano i link pagati, la condivisione tramite social network oppure i famosi "link wheel".
Anche se questi metodi erano evidentemente estremi, rappresentavano delle tecniche molto utili per ricevere numerosi backlinks.
Ultimamente, però, Google ha vietato molti di questi accorgimenti, rendendo molto complicata questa operazione: la realtà adesso è cambiata, bisogna stare al passo con i tempi e comprendere che ottenere dei backlinks oggi è un lavoro faticoso.

Il problema è che l'e-commerce è un business assolutamente spietato: ti ritroverai di fronte un "branco di mostri" del commercio online.
Loro hanno squadre di specialisti esperti nel SEO e nel content marketing; hanno dei ricavi immensi sul pay-per-click; hanno interi reparti per gestire i social network.
E' difficile scontrarsi con dei colossi di questo tipo, la concorrenza non è equa.
Non devi disperarti però, perché puoi ancora farcela! Ti serve solamente utilizzare i giusti "content framework", ossia dei form da compilare che aiutano a capire la strategia da seguire.
Ma prima di tutto bisogna capire cos'è realmente l'e-commerce del content marketing.

Sep 30
Scritto da
Pubblicato in Blog e consigli seo

Ecommerce e SEO: errori comuni da evitare

Ottimizzare i siti di e-Commerce in ottica SEO è molto più complesso che ottimizzare un sito destinato alla sola consultazione o un blog/magazine online. Anche se molti dei principi rimangono invariati, i portali di e-Commerce devono affrontare delle sfide che altre tipologie di siti non hanno.
Nessuna piattaforma è già pronta all'uso in ottica SEO: che tu stia utilizzando Magento, Demandare, NetSuite, SuiteCommerce o WooCommerce, hai bisogno di investire nella SEO (Search Engine Optimization) prima, durante e dopo la costruzione del tuo sito web. Non basta realizzare un bel portale e aggiungerci innumerevoli beni e servizi, aspettando che il traffico arrivi da solo: aprire un negozio online richiede tempo e lavoro per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca e portare traffico qualificato.
Di seguito sono riportati alcuni dei più comuni errori di SEO che si possono riscontrare frequentemente in sede di revisione e di lavoro su siti di e-Commerce. Però prima vorrei ricordarti perché l'ottimizzazione organica è importante per un e-Commerce.

Sep 15
Scritto da
Pubblicato in Blog e consigli seo

Link building: 6 buoni consigli

Costruire link appositamente studiati per il nostro sito può effettivamente sembrare una sfida non del tutto facile, ma neanche completamente impossibile.
A spiegarci come fare è il famoso Christian Sculthorp, un noto colonnista che ha deciso di condividere con il pubblico le sue tattiche tuttora valide e che possono essere sfruttate per incanalare ed ottenere link verso i nostri siti internet.

Jun 28
Scritto da
Pubblicato in Blog e consigli seo

Le 5 migliori idee di web marketing per generare contatti

Non riesci a trovare idee vincenti per generare contatti utili alla tua azienda?

Sulla scia degli aggiornamenti Panda e Penguin di Google, che, come si sa, ha messo in crisi disastrosa molti siti web, il gigante dei motori di ricerca non è stato evasivo sul suo desiderio di vedere contenuti sempre più freschi, pertinenti e originali sui siti web.

Ormai tutti i più grandi esperti di web marketing e posizionamento sui motori di ricerca Non fanno altro che ripetere  che  “the content is king” (il contenuto è il re). Nella mia esperienza, il content marketing ha dimostrato di essere molto efficace se fatto bene.

Ma probabilmente questo già o sai. Quello che molto probabilmente vuoi davvero sapere è Come pianificare una buona strategia di content marketing che porti alla generazione di contatti o vendite, ovvero quelle che tecnicamente si chiamano lead. Quali tipi di contenuti producono risultati, e quali no? Ancora più importante,Come usare contenuti specifici per generare lead rilevanti.

Questi sono solo alcuni dei metodi che adoperiamo costantemente nelle campagne di web marketing dei nostri clienti che hanno creduto i migliori risultati dell'ultimo periodo

Jun 23
Scritto da
Pubblicato in Blog e consigli seo

Instagram raggiunge i 300 milioni di utenti.

Instagram ha visto un grandissimo aumento di traffico negli ultimi tempi.  i social network di condivisione di immagini ha raggiunto gli oltre 300 milioni di utenti alla fine del 2014 Tanto che si parlò di una parziale eclissi di Twitter e  sì inizio a considerarlo uno dei quattro principali social network ( Twitter a quel tempo contava circa 284 milioni attivi al mese). Solo 9 mese più tardi Instagram annunciava di aver raggiunto i 400 milioni di utenti attivi al mese rafforzando in questo modo la sua crescente popolarità.

Tra allora e adesso Instagram ha dilagato: È diventata una risorsa fondamentale per la pubblicità ed ha annunciato un cambiamento importante nel modo di funzionamento del suo news feed, fino al punto che in molti anno tenuto un peggioramento dell'esperienza utente ed un rallentamento della corsa della app verso le vette dei tre migliori social

Ancora una volta gli haters sbagliano tanto che nell'ultimo Vicolo del blog ufficiale di Instagram si annuncia quanto segue:

"Oggi, siamo lieti di annunciare la nostra comunità è cresciuta a più di 500 milioni di Instagrammers - più di 300 milioni dei quali utilizzano Instagram ogni giorno. La nostra comunità continua a diventare ancora più globale, con oltre l'80 per cento Gli utenti che vivono fuori dagli Stati Uniti. “

Il fatto che gli utenti di Instagram crescano 17 milioni di utenti ogni nove mesi e la chiara dimostrazione L'entusiasmo degli utenti nei confronti dell' applicazione che continua a crescere a ritmi vertiginosi.

Intervista il CEO di Instagram Kevin Systrom Fa sapere che la durata media della sessione di un utente sull'applicazione è pari a circa 20 minuti e che i 300 milioni  di utentigiornalieri condividono oltre 95 milioni di foto video ogni 24 ore. Tanto per dare un confronto,  Snapchat,  l'astro nascente nel mondo dei social network per immagini,  ha appena raggiunto i 150 milioni di utenti.

Chi,  però, pensava che la crescita di utenti attivi al giorno di snapshot forse tale da permettere di raggiungere Instagram si è dovuto ricredere di fronte alla enorme crescita che l'applicazione ha avuto negli ultimi tempi.
Secondo gli ultimi dati infatti gli utenti attivi al giorno per ogni social network sono i seguenti:

  • Facebook - 1.09 mld

  • Instagram -300 mln

  • Snapchat - 150 mln

  • Twitter - 136 mln

  • LinkedIn - 53 mln

  • Pinterest - 50 mln  

Chi ancora si fosse dimenticato di Instagram nelle proprie campagne di web marketing dovrebbe rivalutare le proprie scelte soprattutto alla luce degli ultimi tassi di crescita e dello slancio che ancora conserva.

Espansione internazionale

Parte della recente fece dal Instagram e certamente dovuta al richiamo internazionale della piattaforma che consente molto di più rispetto ad altre di abbattere le barriere linguistiche vista la sua natura per immagini.

Come notato  da Instagram stesso , l'80% del loro pubblico proviene da fuori degli Stati Uniti,  cresciuto rispetto al 75%  del'ultimo conteggio, E la crescita maggiore sì è è avuta in Francia, Germania, Giappone e ultimamente in Indonesia.

Questo regala ad Instagram ulteriore opportunità specialmente per coloro che cercano di far crescere la nuova azienda Attraverso campagne mirate di guar marketing che adesso possono essere messe in opera anche attraverso la piattaforma in modo efficace.

Proprio questa settimana durante la riunione annuale degli azionisti di Facebook, il CEO  Mark Zuckerberg ha osservato che l'azienda segue un playbook per la monetizzazione che segue diverse fasi:

  1. Costruire un prodotto che la gente ama

  2. Agevolare l'entrata gratuita degli azienda sulla piattaforma

  3. Dare nuove opportunità di profitto a quelle aziende che cercano di far crescere la loro portata e la loro presenza

Infatti Instagram e effettivamente nella sua seconda fase:  stanno arrivando nuovi strumenti che aiutano le aziende a sfruttare al meglio la piattaforma,  si stanno introducendo nuove opzioni pubblicitarie e la possibilità di creare profili Aziendali Ed infine sono previsti a breve anche opzioni di analisi.

Naturalmente non mancano le solite preoccupazioni circa uno snaturamento della piattaforma:  molti esperti di web marketing temono una invasione di annunci pubblicitari anche se l'aggiunta del nuovo algoritmo per il news feed dovrebbe contrastare tale tendenza mostrando agli utenti i contenuti più desiderati.  non mancano preoccupazioni anche riguardo all'introduzione di questo ultimo algoritmo anche se il suo roll-out sembra andare a gonfie vele (in effetti le reazioni negative ci sono state esclusivamente prima della sua introduzione).

Ancora l'algoritmo non è stato esteso a tutti ed è ancora in fase di test ma vale la pena notare che la sua venuta è stata annunciata oltre 3 mesi fa mentre la piattaforma pubblicitaria è stata aperta a tutte le imprese oltre 9 mesi fa subito dopo l'acquisizione da parte di Facebook.

Opzioni estese

In un'intervista a Bloomberg, il CEO di Instagram Kevin Systrom ha osservato che il contenuto video, in particolare, ha visto una crescita significativa sulla piattaforma negli ultimi sei mesi, con il tempo medio di visione dei video in aumento del 150%. A A questo proposito si deve segnalare che Instagram ha recentemente aumentato la lunghezza massima dei messaggi video da 15 secondi a  60 secondi, andando  incontro alle richieste degli utenti

Sempre secondo Systrom:

“Ciò che più folle è che in questo momento su Instagram sta diventando sempre più dominante il video, video pesante,  e penso che questo sia un segno dei tempi:  la gente riprende sempre più video e ne guarda ancora di più e francamente tutti gli influencer presenti su Instagram sanno bene la forza che può avere un video e ne fanno largo uso.  È chiaramente un fatto generazionale”.   

Visto il recente entusiasmo per i video e l'importanza assunta dal live streaming recentemente anche grazie a Facebook Systrom  Ha voluto chiarire la posizione di Instagram circa i video in diretta.

“Un giorno perché no? -  voglio dire,  ora che Facebook ha messo piede nel mondo del vino in diretta,  o meglio ci si è tuffato a capofitto, - Abbiamo ovviamente la tecnologia per sfruttare i video in diretta ma ciò che è importante per noi e capire come questi si inseriscano nell'uso quotidiano di Instagram in modo da non adottare una tecnologia solo per dire a che ora l'abbiamo anche noi.  in pratica ciò che vogliamo capire e come differenziare il nostro video in diretta rispetto a quello degli altri”.

In effetti come il live streaming possa inserirsi all'interno Instagram è ancora una domanda, ma la risposta del CEO di Instagram non fa altro che evidenziare che si stanno guardando intorno e che stanno considerando ogni possibile motivo per il quale le persone possano volere usare la piattaforma di Instagram per meglio condividere e comunicare

Alla luce degli ultimi numeri esposti,  Instagram e ormai posizionata come una delle più grandi applicazioni per il social media in tutto il mondo e probabilmente la seconda più grande.

le nostre certezze sul fatto che Facebook fosse il primo social network e Twitter il secondo si sono sgretolate di fronte ai numeri:  Twitter e Google + hanno rapidamente perso importanza e gli utenti si sono spostati in maniera significativa verso social network che consentono la condivisione visuale dei propri contenuti.

Questo momento ogni azienda ha bisogno di inserire Instagram nel proprio piano di web marketing e di iniziare a considerare anche Snapchat come una risorsa fondamentale. Ciò naturalmente non vuol dire che ogni azienda deve necessariamente utilizzare Instagram e Snapchat ma che almeno sia necessario indagare e verificare se il proprio pubblico di riferimento è attivo su una delle due piattaforme o su entrambe.

questo soprattutto alla luce del fatto che Instagram e snapchat sono sempre più popolari ed è probabile che la loro importanza non farà che crescere nel tempo

 

 

Jun 07
Scritto da
Pubblicato in Blog e consigli seo

Social Media Marketing trends per il 2016

Qui di seguito, abbiamo sottolineato sette delle prime tendenze in atto nel social media e quello che le aziende locali possono fare per ultilizzarle nelle loro campagne marketing.

May 31
Scritto da
Pubblicato in Blog e consigli seo

Backlinks e content marketing dal lato SEO

L'ottimizzazione dei motori di ricerca per il marketing dei contenuti è in continua evoluzione dal momento che Google continua ad aggiornare i suoi standard e le sue linee guida. Anni fa, i creatori di siti web potevano imbottire le loro pagine con parole chiave specifiche per ottenere una migliore posizione sui motori di ricerca. Ora, è la qualità e non la quantità, che Google cerca e desidera nel determinare popolarità pagina web.

Nonostante gli standard sempre più stringenti da parte di Google, ci sono metodi di SEO che si possono ancora per migliorare il posizionamento organico di un sito web. Una di queste tecniche collaudate è la ricerca di backlinks.

Mar 04
Scritto da
Pubblicato in Blog e consigli seo

l'importanza dell'intenzione di ricerca nella SEO

La ricerca sulle parole chiave è da sempre considerata un pilastro di una vera e propria strategia SEO. Infatti, senza una corretta ricerca sulle parole chiave, la strategia di posizionamento potrebbe essere mal indirizzata, interi budget pubblicitari potrebbero andar sprecati, e le strategie di inbound marketing si barerebbero su fondamenta poco solide Ma mentre qualsiasi SEO professionista degno di questo nome sa come condurre una ricerca di parole chiave, molti ancora non danno abbastanza peso ad una componente fondamentale della ricerca di parole chiave: l'intenzione dell'utente.

Vuoi avere informazioni? Lasciaci il tuo contatto.

Veniamo noi da te!

Riempi tutti i campi
Grazie, ti richiameremo appena possibile
* Le tue informazioni personali sono protette. Leggi la nostra Privacy Policy per maggiori informazioni

logo bianco

Agenzia web per la creazione di siti internet a Firenze.

Se hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi web, sui nostri piani di gestione di web marketing e su tutto quello che facciamo, contattaci quando vuoi e saremmo ben lieti di dare una risposta a tutte le tue domande.

Ma per cortesia, evita di copiare i nostri contenuti creativi: sono stati reati nel tempo con fatica e passione. Se hai una agenzia web tutta tua e stai cercando ispirazione contattaci e saremmo ben lieti di aiutarti. Ma non copiare. Il copyright è una cosa seria.