Quali sono stati i maggiori trend UX del 2017?

Quali sono stati i maggiori trend UX del 2017?
Oct 25 Scritto da 
Pubblicato in Web Design Blog
Vota questo articolo
(0 Voti)

Un termine che sta riscuotendo un crescente successo nell'attuale mondo tecnologico è Esperienza d'Uso. Meglio nota nella sua versione inglese come User Experience, da cui deriva l'acronimo UX, fa riferimento alle sensazioni provate da un soggetto quando utilizza un certo prodotto o usufruisce di un certo servizio.

Questa esperienza non si limita a un semplice giudizio generico, ma tiene conto di una molteplicità di aspetti appartenenti a diversi ambiti. Può riguardare, ad esempio, i valori affettivi attribuiti all'esperienza, la rete di significati intorno ad essa intessuti, le idee e percezioni associate al possesso fisico di un prodotto e all'interazione che si ha con esso e, non meno importanti, le opinioni circa la sua efficacia, efficienza e facilità d'uso, la qualità delle prestazioni e il soddisfacimento delle aspettative. Si tratta, pertanto, di un concetto soggettivo e cangiante, in quanto legato alle valutazioni e percezioni da parte degli individui.

Eppure, svolge un ruolo decisivo nel mercato, dal momento che le aziende impostano i propri obiettivi di business in modo da generare un'Esperienza d'Uso il più gratificante possibile.

Tale è l'importanza attribuita a questo fattore che le migliori aziende, tanto in Italia quanto in tutto il mondo, selezionano con cura i propri UX Designer, una nuova figura al passo con le tecnologie d'avanguardia e in constante evoluzione, capace di progettare marchi, prodotti, sistemi e servizi in chiave di un'ottima Esperienza d'Uso finale da parte del cliente. Scopo di questo articolo è analizzare i cambiamenti in ambito digitale avvenuti in quest'anno 2017 che si è appena concluso per prepararsi ai nuovi andamenti globali, propri di un settore esplosivo e in continuo sviluppo.

Quali sono state le principali tendenze di User Experience nel 2017?

Avremo ordinato tutti della carta igienica attraverso Alexa, non è vero?
Magari non proprio. Chiediamo allora agli esperti quali sono state le principali tendenze in fatto di User Experience nel corso del 2017.

Si tratta di contributi dedicati rispettivamente all'Esperienza d'Uso e alle soluzioni di design per l'inetrfaccia di applicazioni e siti web, alle strategie per migliorare l'esperienza del cliente e alla classifica delle migliori agenzie in campo digitale durante tutto l'anno 2017.

Non serve più specificare che si parla di Mobile

Will Grant, co-fondatore di Prodlytic:

Non vale più la pena menzionare il fatto che una risorsa sia Mobile, facile da usare e dal design efficiente. Ormai è un dato di fatto. Al giorno d'oggi, è implicito che ogni tecnologia sia efficiente e adattabile alla versione Mobile. Dopotutto, sarebbe un passo indietro se un'applicazione web non funzionasse su un dispositivo mobile.

Lo scossone nel settore bancario ad opera dell'Esperienza d'Uso

Matt Oxley, fondatore di DotLabel:

Uno degli sviluppi più notevoli dei concetti di Esperienza d'Uso ed Esperienza del Cliente durante il 2017 è stato lo scompiglio sofferto dall'industria finanziaria inglese, ancora appesantita da sistemi scomodi e antiquati.

Agevolata dalle nuove regolamentazioni in materia di Open Banking, alcune start-up piccole e dinamiche nell'ambito della tecnologia finanziaria, come Monzo e Atom, hanno potuto cogliere l'opportunità di offrire ai propri clienti soluzioni bancarie personalizzate.

Il successo di Monzo affonda le proprie radici nella comprensione profonda dei desideri, bisogni, frustrazioni e aspettative dei suoi clienti, così come nella flessibilità con cui ha costruito dal nulla un nuovo sistema.

Le nuove regolamentazioni, previste per l'inizio del 2018, permettono alle aziende autorizzate di condividere in tutta sicurezza i propri dati con banche ben avviate, fondamentalmente per offrire ai propri clienti un'ampia scelta di opzioni sicure che permettano loro di accedere ai propri dati finanziari ed effettuare transazioni. Anche se è molto probabile che le banche continueranno a gestire gli account dei clienti, rimane comunque significativo il progressivo affermarsi di nuove entità alternative, centrate sulle necessità degli utenti, magari tanto significative come Google o Facebook, capaci di conquistarsi clienti fino ad allora legati strettamente alle vecchie banche.

Interfaccia Vocale e Interfaccia Conversazionale

Andy Budd, Amministratore Delegato presso Clearleft

La popolarità di assistenti vocali del calibro di Alexa e Google Home ha portato a una crescita notevole della domanda di nuove competenze e funzionalità per le Interfacce Vocali e le Interfacce Conversazionali. Per questo motivo è nostra intenzione aiutare molti marchi a esplorare le possibilità delle interfacce utenti senza supporto grafico. Credo che nel giro di un anno molte aziende non si limiteranno più a condurre mere sperimentazioni ed esplorare potenzialità teoriche, ma inizieranno a sfruttare questi strumenti per migliorare in modo tangibile il servizio al cliente e la produttività dell'azienda stessa.

Riprendi da dove ti eri interrotto

Simon Nalley, designer di User Experience presso Bozboz:

Quest'anno è passato piuttosto in fretta tra le tante novità in materia di Esperienza d'Uso. Le tendenze più significative che abbiamo riscontrato qui a Bozboz comprendono esperienze di canali complementari tra loro che permettono di riprendere la propria esperienza dal punto preciso in cui era stata interrotta su un qualsiasi dispositivo. Basti pensare, ad esempio, a Netflix o Spotify, che con questa funzionalità permettono all'utente di continuare a guardare film o ascoltare musica quando vogliono e nella modalità che più gli aggrada.

L'avanzata irrefrenabile del digitale continua a essere assoluta

Operazioni di design

Andy Budd:

Un altro fatto per noi molto interessante è stato l'affermarsi delle operazioni di design come un modo di descrivere ciò con cui già da tempo aiutavamo i nostri clienti. Come suggerisce il nome stesso, le operazioni di design servono per rendere i gruppi di design più efficienti ed effettivi, con l'obiettivo di conquistare il mercato più rapidamente grazie a prodotti progettati e realizzati grazie a un lavoro impeccabile.

Ciò ha a che vedere con tutti gli aspetti dell'organizzazione, dallo sviluppo di nuove competenze, al miglioramento dei processi produttivi, dalla gestione della governance aziendale, fino alla creazione di strumenti specifici che consentano ai gruppi di designer di integrare molto più velocemente il loro lavoro in un codice di base condiviso. Questo concetto ha avuto origine in alcune aziende del settore tecnologico come AirBnB, ma da lì si è poi diffuso rapidamente. Pertanto per le aziende con grandi gruppi di designer, le operazioni di design sono destinate a esercitare un impatto ancora più forte nel 2018.

Il design piatto tiene duro

Will Grant:

Come tendenza generale, l'avanzata del design piatto continua senza sosta, facendo a meno di elementi superflui che non apportano nessuna evidente funzionalità.

Minimalismo e movimento

Simon Nalley:

Abbiamo anche notato una certa tendenza verso il minimalismo - che consiste nel rimuovere dall'interfaccia utente tutte quelle copie confuse e non necessarie per poter accelerare l'esperienza di utilizzo del dispositivo. Difatti, le soluzioni semplici e concise trasmettono i contenuti in modo funzionale come e quando richiesto.

Anche il movimento è sempre più apprezzato a livello universale, sia per quanto riguarda i video sia per quanto riguarda le interazioni funzionali. Grazie al movimento si genera un maggiore coinvolgimento e l'esperienza del cliente diventa molto più interessante.

Service design digitale

Andy Budd:

La crescita del service design digitale è stato un altro aspetto importante. A mano a mano che i servizi tradizionali diventano sempre più digitali e a mano a mano che i i servizi digitali si scardinano dall'ancoramento fisico a un prodotto, assistiamo a un bisogno crescente di mettere insieme tutti questi elementi diversi tramite un buon servizio. Di conseguenza, aumenta anche la domanda di manager del mondo Digital, di responsabili delle esperienze del cliente e più recentemente anche di responsabili delle operazioni, di persone che capiscano e osservino le nuove tendenze di design e i servizi tradizionali con una prospettiva digitale e tecnologica.

Cose utilizzabili...finalmente

Steffan Aquarone, responsabile dei report buone pratiche presso Econsultancy

Ho visto molti marchi tenere un buon ritmo per costruire qualcosa di veramente utilizzabile. Si tratta di una svolta fondamentale per me come consumatore, avvenuta proprio nel momento in cui mi ero ormai rassegnato ai prodotti tecnologici ingombranti di un'azienda per cui avevo lavorato per anni. E invece ho finalmente scoperto che ora hanno costruito qualcosa di veramente facile e piacevole da utilizzare.

Questo è quanto per la nostra rassegna sull'Esperienze d'Uso. Non resta altro che rimettersi alle previsioni degli esperti per questo 2018.

94 Ultima modifica il %PM, %24 %579 %2018
ProgettoWebFirenze

Da ormai oltre 10 anni combatto al fianco dei clienti la dura battaglia per l'indicizzazione dei loro siti web.

Dopo studi di economia e marketing, ho lavorato per qualche tempo presso una agenzia SEO di New York dove ho appreso i primi segreti, gioito per i primi successi e imparato dai primi fallimenti

Oggi, a distanza di qualche anno, ho fondato ProgettoWebFirenze, agenzia di produzione e indicizzazione di siti web a Firenze: tra sviluppatori, grafici, SEO e commerciali siamo ormai in molti e continuiamo a crescere.

Questo è il mio (nostro) blog dove raccogliamo notizie, consigli pareri e qualche sciocchezza sul argomenti come il web design, la SEO ed il web marketing in generale.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Vuoi avere informazioni? Lasciaci il tuo contatto.

Veniamo noi da te!

Riempi tutti i campi
Grazie, ti richiameremo appena possibile
* Le tue informazioni personali sono protette. Leggi la nostra Privacy Policy per maggiori informazioni

logo bianco

Agenzia web per la creazione di siti internet a Firenze.

Se hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi web, sui nostri piani di gestione di web marketing e su tutto quello che facciamo, contattaci quando vuoi e saremmo ben lieti di dare una risposta a tutte le tue domande.

Ma per cortesia, evita di copiare i nostri contenuti creativi: sono stati reati nel tempo con fatica e passione. Se hai una agenzia web tutta tua e stai cercando ispirazione contattaci e saremmo ben lieti di aiutarti. Ma non copiare. Il copyright è una cosa seria.