SEO: arrivare primi sui motori è inutile se non porta clienti.

SEO: arrivare primi sui motori è inutile se non porta clienti.
Sep 05 Scritto da 
Pubblicato in Web marketing
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il ranking è inutile. Ecco perché il vostro obiettivo SEO sono i clienti, non il livello di popolarità del sito

Ogni discussione sulla SEO viene incentrata sulla popolarità del sito.

Ogni KPI (Key Performance Indicator, che serve per valutare il successo del marketing) della SEO inizia con il ranking, cioè il piazzamento sui motori di ricerca.

Ma ecco cosa c'è. Entrambi sono sbagliati.

Il vostro unico obiettivo nella SEO sono i nuovi clienti e le vendite. Quindi in questo senso, il livello di popolarità del sito e il ranking sono inutili.

La stessa popolarità all'inizio appare qualcosa di buono, ma se vi state concentrando solo sul piazzamento, state ignorando una parte enorme del processo di acquisizione del cliente.

Generare clienti, e di conseguenza ricavi, richiede un approccio diverso.

Vi costringe a pensare ai piccoli dettagli, come ad esempio all'ottimizzazione dei tag nel titolo. E vi costringe a pensare ai grandi dettagli, come per esempio l'organizazzione della vostra squadra.

Il risultato finale, però, è che spesso potete indirizzare diversi clienti e vendite senza il piazzamento nelle prime posizioni, risparmiando denaro e con meno tempo.

Analizzeremo perché è così e quali sono le 3 cose che potete fare per aggiudicarvi il maggior numero di clienti possibili.

Le classifiche hanno ancora importanza?

Sì e no.

Il piazzamento è ovviamente importante. Ci sono alcune importanti teorie su come vincere in astuzia la concorrenza.

Ma non è sempre possibile. E sta diventando sempre meno importante nel tempo.

Il vostro obiettivo non sono solo la popolarità e i click. Sono i clienti e le vendite.

Tutto questo richiede un "modo di pensare lungimirante e indiretto". L'aumento del traffico aumenterà i clienti, ma ciò non significa che sia il modo più efficace per farlo.

La SEO è solo un pezzo del puzzle. Se desiderate rendere più efficace la vostra strategia di marketing, dovrete approfondire e dividere gli sforzi in modo equo tra tutte i settori della vostra impresa.

Il metro di giudizio che dovrebbe regnare supremo è "Costo per ciascuna vendita" (o acquisizione).

Qual è l'importo che avete pagato per ogni vendita? Quanto vi è costato ottenere una vendita?

Questo aspetto dice (quasi) tutto quello che dovete sapere su come si stanno svolgendo le vostre campagne pubblicitarie. Indipendentemente dal fatto che stiamo parlando di SEO o PPC (Pay per click).

Il costo per ciascuna vendita vi aiuta a impostare anche un contesto appropriato.

Ad esempio, è troppo caro un costo di 30 dollari per ogni click? Può essere. Dipende da chi state cercando di raggiungere e da quello che volete vendere.

Consideriamo di investire il denaro in una nuova campagna pubblicitaria.

Se per ogni singolo ordine il costo è di 30-50 dollari, non potete permettervi che un singolo click costi 30 dollari. È semplice matematica. E non avrete un ritorno abbastanza redditizio per reinvestire in altri ambiti.

Tuttavia, se il vostro valore medio per singolo ordine è di poche migliaia di dollari per ogni nuovo cliente, quel CPC (Cost per Click) da 30 dollari potrebbe rappresentare a malapena un indennizzo.

Indipendentemente dal fatto che gestite una società B2B o un negozio online, il vostro obiettivo non è solo quello di posizionarvi al primo posto nella classifica dei motori di ricerca, oppure aggiudicarsi la vetta di AdWords da pubblicizzare.

Il vostro obiettivo è quello di massimizzare la quantità di denaro che state cercando di far muovere.

E questo in genere comporta un insieme di aspetti diversi che lavorano in concomitanza, come l'utilizzo di frammenti di codici sorgente e la visualizzazione degli elenchi delle directory, per aumentare le probabilità di ottenere più click.

Raggiungere la prima posizione su Google ovviamente sarebbe il massimo.

Se ci riuscite. E se non richiede una quantità enorme di risorse, che potrebbero essere utilizzate altrove, ottenendo gli stessi risultati (se non migliori) per il denaro speso.

Si tratta di identificare il costo delle opportunità.

E poi determinare se si può investire e utilizzare al meglio in altre aree.

Come massimizzare i clienti della SEO (non la popolarità)

Come si possono generare nuovi clienti?

Con quale prospettiva i vostri potenziali clienti cliccheranno sul vostro link? Come potete personalizzare i vostri annunci e le landing page per aumentare la possibilità di convertire i clienti in visitatori?

Ecco 3 cose che potete fare per trasformare i navigatori del web normalmente interessati ai vostri servizi in clienti paganti.

1. Migliorate il vostro CTR (la percentuale di click)

Pagate la percentuale di click per avere un impatto diretto sulle conversioni.

In linea generale, migliore è il CTR, migliori saranno i tassi di conversione che vedrete.

È possibile iniziare facendo un confronto con ogni tipo di industria, per vedere dove dovreste essere posizionati e dove, invece, siete adesso.

In generale, l'annuncio tipico nella ricerca del CTR è in calo intorno al 1,91% ed è prevedibile che lo stesso CTR, dalla pubblicità alla visualizzazione possa crollare arrivando vicino allo 0,35%.

Il CTR sta diventando un grande affare anche per la ricerca sistematica.

Gli studi hanno cominciato a mostrare che potete "rubare" il traffico dai competitor che si trovano sopra di voi semplicemente facendo un tag e una descrizione più cliccabili.

Convertire più clic sulla SERP rispetto all'azienda sopra di voi porterebbe a guadagnare anche 2 posizioni su Google.

Invece di ottimizzare i meta dati della vostra pagina per le parole chiave, potete concentrarvi sulla massimizzazione dei clic.

Successivamente, analizzeremo il trucco più antico per trasformare un internauta " di passaggio" in un cliente che clicca: un titolo sorprendente.

2. Scrivere un titolo sorprendente

Più il titolo è intrigante, più sarà impossibile che resistano a cliccarci sopra. Non è stregoneria, è giornalismo.

Ma se sapete qual è la parte facile, allora qual è quella più difficile?

La risposta: trovare un diamante in un titolo "ruvido".

Il trucco è quello di utilizzare il PPC (pay per click) e testarlo.

Potete creare diverse varianti del titolo negli annunci e ottenere commenti reali in poche ore, quindi determinare quale tattica di marketing su Internet funziona meglio, per utilizzare le pagine di destinazione e perfino per ottimizzare il CTR SERP organico.

Il trucco è quello di pubblicare 10 titoli che suscitano l'interesse dei vostri clienti. Non potete essere esperti di scrittura, ma sapete cosa pensano? Un orologio rotto segna l'ora giusta due volte al giorno.

Se i titoli sono accettabili, anche voi 2 volte al giorno potreste avere ragione.

Aspirazioni elevate, lo so.

La prima cosa che dovrete considerare mentre scrivete i vostri nuovi titoli è pilotare l' emotività. In breve, questi sono i sentimenti che costringono le persone ad agire, come ad esempio:

I sentimenti che spingono all'azione

Le emozioni al centro saranno le vostre scommesse migliori quando si tratterà di guidare qualcuno a fare clic. Non distogliete le persone con la reazione di Obi Wan. Sorprendetele.

Per ogni titolo, provate a lavorare con un driver emotivo diverso. Il vostro titolo potrebbe indurre le persone verso un problema quotidiano, che i vostri servizi possono risolvere oppure possono suscitare l'ammirazione per il numero di ore che i tuoi servizi possono far risparmiare ad una persona.

In questo caso, non sarà solo un test per i titoli. Verificherete le motivazioni che riescono a interessare i vostri clienti.

Ora che avete un angolo per i titoli, è giunto il momento di arrivare alla formula.

Tenete presente questi 4 elementi delineati da Steve Rayson di BuzzSumo:

  1. Tipo di contenuto: quando qualcuno fa clic sul link, su cosa intendete portarlo?
  2. Argomento: Qual è la parola chiave generica associata ai vostri contenuti?
  3. Formato: I visitatori saranno reindirizzati a un sito web? Un PDF? Un articolo?
  4. Promise Element: Come visitatore, cosa farà clic su questo link per voi? Successivamente, aggiungete il vostro pilota emotivo / gancio emozionale e otterrete un prodotto finito che somma qualcosa di simile:

Congratulazioni - il tuo nuovo CTR sarà in aumento!

Ora che i visitatori stanno effettivamente visitando la pagina, il vostro lavoro sarà quello di assicurarsi di convertirli in click una volta arrivati.

3. Spostare il CTA da "Zone morte"

Quando avete progettato una pagina di destinazione, probabilmente non avete sbattuto le cose in una pagina a caso e puntavate al successo.

Tuttavia, potreste non essere riusciti a ottimizzare la vostra pagina per le conversioni .

C'è un modo giusto e un modo sbagliato per mettere CTA e informazioni importanti sulla vostra pagina di destinazione.

Il modo sbagliato è irrilevante, ma il modo giusto sembra la lettera "F." In sostanza, questo significa:

Volete mettere le cose da leggere sulle righe blu. Perché? Questo è uno studio che ha rilevato come i visitatori del sito in genere iniziano a leggere nell'angolo in alto a sinistra di una pagina, quindi continuano sulle linee che si adattano a un modello a forma di F.

Pensate che sia eseguito correttamente? Non meravigliatevi ulteriormente:

Possiamo anche vedere questo metodo in azione sul Sito web:

layout a F

E se non potete fidarvi del Los Angeles Times, di chi potrete fidarvi?

Progettate la vostra pagina con il modello F perché è il vostro primo e più importante passo per ottimizzare il posizionamento CTA e generare i clienti . Una volta che i CTA sono posizionati a vostro piacimento, accedete a uno strumento di mappatura di calore, come il Crazy Egg, per tenere traccia di dove i visitatori stanno facendo più clic, regolando il progetto di conseguenza.

Ad esempio, se le persone non fanno clic sui vostri CTA, questo è un problema!

Le migliori classifiche al mondo non risolveranno il vostro problema.

Ma ora sapete come e perché i risultati sono bassi. E ancora più importante, come risolverli.

Conclusione

Nessuno discuterà per il posizionamento.

Ad eccezione se cercasse di classificare qualcos'altro o se sarà quasi impossibile occupare le posizioni più alto per quella parola chiave.

Per prima cosa, se la vostra parola chiave primaria è una frase che nessuno cerca, apparire in cima a quella pagina non vi porterà miglioramenti. Modificare le tattiche della SEO e trascurare tutto il resto non vii darà il tipo di strategia di marketing equilibrata e potente, che genera i clienti.

Ci sono molte sfumature nel gioco. E avete risorse limitate.

Ciò significa che è necessario costantemente pesare il costo delle opportunità SEO.

Iniziate individuando i vostri SERP più performanti. Una volta fatto ciò, lavorate per migliorare il CTR, affinare le abilità di scrittura di clickbait e ridisegnare la pagina, in modo che le CTA siano collocate nella linea naturale di visione del tuo visitatore.

Il posizionamento in alto è inutile, se potete generare nuovi clienti.

E spesso risparmierete tempo, sforzi e soldi.

Etichettato sotto :
60
ProgettoWebFirenze

Da ormai oltre 10 anni combatto al fianco dei clienti la dura battaglia per l'indicizzazione dei loro siti web.

Dopo studi di economia e marketing, ho lavorato per qualche tempo presso una agenzia SEO di New York dove ho appreso i primi segreti, gioito per i primi successi e imparato dai primi fallimenti

Oggi, a distanza di qualche anno, ho fondato ProgettoWebFirenze, agenzia di produzione e indicizzazione di siti web a Firenze: tra sviluppatori, grafici, SEO e commerciali siamo ormai in molti e continuiamo a crescere.

Questo è il mio (nostro) blog dove raccogliamo notizie, consigli pareri e qualche sciocchezza sul argomenti come il web design, la SEO ed il web marketing in generale.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Vuoi avere informazioni? Lasciaci il tuo contatto.

Veniamo noi da te!

Riempi tutti i campi
Grazie, ti richiameremo appena possibile
* Le tue informazioni personali sono protette. Leggi la nostra Privacy Policy per maggiori informazioni

logo bianco

Agenzia web per la creazione di siti internet a Firenze.

Se hai bisogno di maggiori informazioni sui nostri servizi web, sui nostri piani di gestione di web marketing e su tutto quello che facciamo, contattaci quando vuoi e saremmo ben lieti di dare una risposta a tutte le tue domande.

Ma per cortesia, evita di copiare i nostri contenuti creativi: sono stati reati nel tempo con fatica e passione. Se hai una agenzia web tutta tua e stai cercando ispirazione contattaci e saremmo ben lieti di aiutarti. Ma non copiare. Il copyright è una cosa seria.